I BILANCI NUMERICI DI QUESTI 10 ANNI

Indice:
1.   ATTIVITA’ DELLA CASA DI ACCOGLIENZA S. CAMILLO NEL DECENNIO 1999 - 2008

2.  REGIONI DI PROVENIENZA DEGLI OSPITI

3. TEMPI DI PERMANENZA DEGLI OSPITI

 

1.   ATTIVITA’ DELLA CASA DI ACCOGLIENZA S. CAMILLO NEL DECENNIO 1999 - 2008

Abbiamo ritenuto di elencare le voci più significative per avere un quadro completo dell’attività della Casa nel decennio che sta per concludersi e per fare il punto sui risultati fin qui raggiunti.

 

Altri parametri sono stati elaborati, come, per esempio, la distribuzione dei giorni di permanenza nell’arco di un ben definito intervallo di tempo, oppure le regioni di provenienza. Ma ci è sembrato più utile separare queste ultime indicazioni in quadri a sé stanti.

  1999 2000 2001 2002 2003 2004 2005 2006 2007 2008 media
      totale
gg 365 365 365 365 365 366 365 365 365 182**  
n° letti 18 18 18 18 * 24 24 24 24 24  
n° ospiti 587 618 614 617 688 914 892 1109 1172 549 7.760
femmine 322 342 342 347 375 508 478 582 662 282 4.240
maschi 265 276 272 270 313 406 413 527 510 267 3.520
posti disponibili nell'anno 6.570 6.570 6.570 6.570 6.936 8.784 8.760 8.760 8.760 4.368 72.648
posti occupati 5723 5.967 5.960 5.764 6.123 7.998 7.129 6.667 6.917 3.563 61.811
percentuale (su posti disponibili) 87,1 90,8 90,7 87,7 88,3 91,1 81,4 76,1 79,0 81,6 85,1%
ospitalità gratuita % (su posti occupati) 13,0 7,9 9,3 6,9 17,0 14,8 18,0 9,8 11,6 6,8 11,5%
permanenza media 9,7 9,7 9,7 9,3 8,9 8,8 8,0 6,0 5,9 6,5  8,0
n° pazienti ospitati 91 111 157 179 192 252 255 317 364 169 2.087
posti occupati da pazienti 816 690 1.086 1.458 1.356 2.369 1.878 1.710 1.821 930    14.114
percentuale (su posti disponibili) 12,4 10,5 16,5 22,2 19,6 27,0 21,4 19,5 20,8 21,3 19,4%
percentuale (su posti occupati) 14,3 11,6 18,2 25,3 22,1 29,6 26,3 25,6 26,3 26,1 22,8%
                       
(*)   gg letti   letti/anno          
01/01/ - 31/10/03 304 18   5.472              
1/11/ - 31/12/03 61 24   1.464              
posti disponibili       6.936              
                       
(**) i dati del 2008 sono relativi ai primi 6 mesi            

 

Vediamo allora in sintesi il significato delle voci riportate in tabella.

I posti disponibili nell’anno esprimono la massima capacità ricettiva della Casa di Accoglienza e su questo dato si basa il calcolo delle presenze percentuali nell’anno. I posti disponibili sono variati nel decennio: nel 2003 hanno avuto un incremento importante perché, a partire dal novembre di quell’anno, è stata aperta la Casa di Accoglienza di via Verci 4. Infatti il Comune di Padova ha concesso alla Parrocchia l’uso dell’abitazione del custode delle Scuole Elementari S. Camillo che, dopo la soppressione della figura del custode, era stata abbandonata per anni alla rovina delle strutture e al degrado delle frequentazioni notturne. Va dato atto al Parroco della pazienza con cui ha tanto insistito per la migliore soluzione di un problema che ormai interessava l’intero quartiere e con cui ha sopportato più di qualche umiliazione nel rincorrere quanti, nelle Istituzioni, dovevano decidere il destino della struttura. Dopo il lavoro di restauro, la Casa di Accoglienza si è trovata con sei posti letto in più, che portano il totale a 24 letti.

In realtà, si potrebbero calcolare 25 letti in totale, perché la stanza più piccola può, in caso di necessità, ospitare anche una seconda persona, ma, soprattutto per lunghi periodi, con disagi dovuti allo spazio davvero esiguo; per cui si usa preferenzialmente come stanza singola.

Inoltre, a volte, per venire incontro alle esigenze degli ospiti, soprattutto in presenza di bambini, si usano culle o brandine introdotte temporaneamente, per una notte o due, nelle stanze più grandi.

È evidente che il numero di posti letto nel corso dell’anno subisce delle variazioni per periodi generalmente brevi. Tuttavia, nella necessità di fissare un numero di posti letto per poter calcolare l’andamento dell’ospitalità, abbiamo scelto il valore 24.

 

Numero degli ospiti. Per “ospite” intendiamo ogni persona che accede alla Casa e ne utilizza i servizi per un periodo di tempo più o meno lungo. Se la stessa persona ritorna per un secondo periodo viene considerata come nuovo ospite.

Di fatto, la prassi di accettazione e la documentazione richiesta si ripropongono per ogni richiesta di ospitalità indipendentemente dal nominativo del richiedente. Il numero degli ospiti rappresenta perciò il numero di richieste soddisfatte nel corso dell’anno. Esso non dà da solo direttamente la misura della capacità di risposta della Casa di Accoglienza al bisogno di assistenza di familiari e di degenti day-hospital, che frequentano un centro di alta specializzazione come quello di Padova, indipendentemente dalla durata del loro soggiorno.

 

Se 24 ospiti si fermassero per 365 giorni il numero degli ospiti sarebbe esiguo, 24 appunto. Ma i posti occupati sarebbero il massimo, 8.760.

Se, invece, 24 ospiti si fermassero un giorno soltanto e il giorno successivo fossero sostituiti da altrettanti ospiti e così via, il numero degli ospiti sarebbe il massimo, 8.760, come i posti occupati.

Lo stesso risultato di massima attività viene ottenuto, nei due casi limite considerati, con numero di ospiti assolutamente diverso.

 

Il numero degli ospiti e i posti occupati concorrono insieme a definire l’attività della Casa.

 

I posti occupati mettono in evidenza il numero di notti trascorse da tutti gli ospiti nell’arco di un anno. È un dato molto significativo perché esprime la misura dell’accoglienza ai familiari e agli ammalati - in dipendenza della durata del loro soggiorno - che la Casa riesce a realizzare. Il numero dei posti occupati ha avuto un picco nel 2004, negli ultimi due anni sembra essersi stabilizzato sull’80 %. Bisogna tener presente che, negli ultimi anni, gli Ospedali hanno fortemente diminuito i tempi di ricovero, con la conseguenza di un più veloce ricambio degli ospiti della Casa di Accoglienza. Ma, ad un ricambio veloce degli ospiti corrisponde, in linea di massima, un più alto numero di posti non occupati, sia per la difficoltà di far combaciare partenze e arrivi, sia per la maggiore frequenza delle operazioni di pulizia e disinfezione della stanze.

 

Ospitalità gratuita: fin dall’inizio, uno degli obiettivi primari di Padre Roberto Nava, Parroco di S. Camillo, è stata l’accoglienza dei più poveri. Anzi, la stessa Casa di Accoglienza è sorta per dare una mano a chi ha le maggiori difficoltà economiche, riservando a queste persone non solo la precedenza ma, nei casi più drammatici, l’aiuto concreto di una ospitalità del tutto gratuita o almeno scontata. In verità, da subito, è risultato difficile e delicato selezionare le persone sulla base delle disponibilità economiche e ci si è dovuti arrendere alla impossibilità di stabilire criteri oggettivi per individuare gli ospiti più bisognosi. Abbiamo deciso di sottolineare, all’atto della richiesta di ospitalità, che l’attività della Casa è rivolta in modo particolare ai meno abbienti e che chi occupa un posto pur potendo usufruire dell’albergo toglie una opportunità a chi all’albergo non può neppure avvicinarsi. In altre parole, si cerca di responsabilizzare quanti accedono alla nostra struttura.

Ci sono, comunque, i casi evidenti o per diretta richiesta degli interessati o per l’intervento di Istituzioni, di assistenti sociali ecc.

Nei dieci anni, in media, è stato riservato più del dieci per cento dei posti occupati alla ospitalità totalmente gratuita.

 

La permanenza media indica quante notti ciascun ospite si ferma mediamente. Una più significativa analisi è data più avanti, quando vengono prese in considerazione le presenze dei giorni nell’arco di una o più settimane.

 

Il numero dei pazienti ospitati è degno di rilievo. Per “paziente ospitato” intendiamo sia chi ha bisogno di una semplice visita o di un controllo medico, sia chi ha la necessità di periodi di convalescenza, cure o interventi in day-hospital e ricorre alla ospitalità della Casa.

Il fatto di accettare nella Casa di Accoglienza, oltre ai familiari, anche l’ammalato che essi accompagnano era stato all’inizio valutato possibile soltanto nei casi in cui l’ammalato arrivasse il giorno prima del ricovero (o partisse il giorno successivo alla dimissione). La struttura della Casa e soprattutto la mancanza di personale medico o paramedico sembravano escludere altre possibilità. In realtà, quasi da subito, le politiche ospedaliere – dimissioni veloci del paziente e assistenza post ricovero in regime di day-hospital – imponevano di accogliere anche tutti i pazienti costretti a rimanere a contatto con l’ospedale, ma non più come ricoverati.

Ci si è resi conto che la presenza del familiare poteva ritenersi sufficiente garanzia di assistenza (anche per eventuale richiesta di intervento immediato) e che la struttura della Casa da una parte e, dall’altra, la sicurezza sul piano igienico raggiunta col lavoro delle volontarie potevano permettere il soggiorno anche di pazienti ancora sottoposti a cure pur se non ricoverati, cioè in day-hospital, quali radio e chemioterapie, cure post trapianto, controlli post operatori vari.

Grazie all’attenzione, all’impegno e alla abnegazione di molte volontarie la percentuale dei pazienti ospitati ha superato il 25 % sul totale dei posti occupati.

 

 

2.  REGIONI DI PROVENIENZA DEGLI OSPITI

 

Abbiamo considerato, anche per quanto riguarda la provenienza, sia il numero degli ospiti, sia i posti occupati.

 

ospiti 1999 2000 2001 2002 2003 2004 2005 2006 2007 2008 MEDIA
Regioni   %    %    %    %    %    %  % %   %    %  %
Abruzzo 1,4 1,8 2,6 3,9 3,1 0,7 0,2 0,7 1,7 2,9 1,9
Basilicata 0,0 0,0 1,0 2,1 0,6 0,3 0,2 0,3 0,2 0,0 0,5
Calabria 6,3 4,4 2,9 3,1 5,2 8,0 9,0 11,2 8,3 6,9 6,5
Campania 10,4 16,8 16,1 10,1 8,7 15,1 14,1 11,2 9,3 7,8 12,0
Emilia 3,2 3,1 1,6 1,1 2,8 1,2 1,6 0,9 2,0 3,6 2,1
Lazio 3,4 3,9 3,6 5,2 2,2 2,0 5,3 4,8 3,9 2,6 3,7
Liguria 3,1 0,5 0,5 1,5 1,2 0,8 0,0 0,1 0,9 0,2 0,9
Lombardia 3,1 2,8 3,6 1,3 3,4 2,5 1,0 1,8 2,0 1,1 2,2
Marche 1,9 1,3 2,0 3,7 2,4 5,7 2,6 3,0 3,0 1,7 2,7
Molise 0,0 0,0 0,0 0,0 0,0 0,0 0,3 0,3 0,2 0,0 0,1
Piemonte 5,5 1,0 0,2 0,6 1,5 0,7 0,8 1,0 1,2 2,6 1,5
Puglia 13,8 17,6 14,5 23,2 20,7 20,2 22,2 18,9 14,8 24,0 19,0
Sardegna 4,4 6,3 4,1 1,8 10,2 5,1 6,8 2,5 2,6 3,5 4,7
Sicilia 29,0 28,0 30,5 26,2 21,1 22,1 23,3 20,0 24,7 19,3 24,4
Toscana 1,5 5,3 9,3 3,6 5,6 2,9 1,6 2,9 4,9 1,3 3,9
Trentino-Alto Adige 3,1 2,6 2,4 3,7 4,0 3,3 2,4 4,0 1,3 1,5 2,8
Umbria 0,0 0,0 0,2 0,3 0,3 0,7 0,1 0,4 0,9 0,5 0,3
Veneto 2,2 1,6 2,6 2,6 2,4 2,6 1,7 0,8 2,7 3,3 2,2
Venezia Giulia 2,4 1,6 1,1 2,3 0,7 2,2 2,0 2,2 1,4 0,9 1,7
stranieri 4,3 1,5 1,3 3,9 4,0 4,0 4,8 13,3 14,1 16,4 6,7

Come si vede, la grande maggioranza delle persone proviene dalle Regioni del Sud, in particolare Sicilia, Puglia, Campania, e, più distanziate, Calabria e Sardegna.

Tutte le Regioni sono interessate, persino il Molise con una minima percentuale , tranne Valle d’Aosta che manca del tutto.

 

Per quanto riguarda gli ospiti provenienti da altre Nazioni, sono stati tutti raggruppati sotto la voce “stranieri”.

 

posti occupati 1999 2000 2001 2002 2003 2004 2005 2006 2007 2008 MEDIA
Regioni   %    %    %    %    %    %  % %   %    %  %
Abruzzo 2,3 1,8 2,4 1,8 2,5 0,4 0,1 0,3 2,7 1,8 1,6
Basilicata 0,0 0,0 0,3 0,4 0,4 0,3 0,1 0,2 0,1 0,0 0,2
Calabria 4,3 3,0 3,2 2,1 2,9 9,5 6,4 7,2 8,2 5,8 5,3
Campania 11,3 15,9 17,2 11,6 12,6 12,5 12,6 11,2 10,8 7,9 12,4
Emilia 4,6 3,9 1,9 5,1 4,9 1,9 1,6 2,3 2,3 2,2 3,1
Lazio 3,6 3,4 4,0 3,3 3,2 1,3 3,5 4,0 2,5 0,8 2,9
Liguria 1,4 1,8 0,2 0,6 1,0 0,3 0,0 0,0 1,1 0,0 0,6
Lombardia 2,6 2,6 2,2 3,5 3,4 1,1 1,5 1,3 0,8 2,0 2,1
Marche 1,9 1,3 1,4 1,2 1,7 4,2 1,5 2,2 2,6 1,0 1,9
Molise 0,0 0,0 0,0 0,0 0,0 0,0 0,1 0,2 0,1 0,2 0,1
Piemonte 5,3 0,5 0,2 1,0 1,3 0,3 0,7 0,8 0,5 2,9 1,4
Puglia 14,0 16,2 15,4 20,5 17,0 16,9 17,5 20,7 12,6 24,4 17,5
Sardegna 3,6 5,8 3,2 6,7 9,7 4,9 6,6 1,9 4,1 5,2 5,2
Sicilia 26,6 28,3 30,7 26,1 18,6 16,8 18,7 21,9 24,7 14,1 22,7
Toscana 1,1 8,3 10,5 4,2 3,8 4,0 0,9 2,0 4,8 0,6 4,0
Trentino-Alto Adige 3,8 2,5 2,2 2,7 3,1 3,0 2,7 3,7 0,8 1,1 2,6
Umbria 0,0 0,0 0,3 0,1 0,3 0,7 0,0 0,3 0,6 0,3 0,3
Veneto 1,2 0,8 3,5 1,8 2,6 2,1 0,9 1,3 1,6 2,3 1,8
Venezia Giulia 3,8 1,7 0,5 0,5 1,0 2,6 0,9 2,0 2,3 0,3 1,6
stranieri 8,5 2,2 0,8 6,9 10,0 17,3 23,9 16,2 16,8 27,1 13,0

Da notare il forte incremento negli ultimi anni del numero degli ospiti stranieri, ma soprattutto quello dei posti occupati che pone questo gruppo al terzo posto, dopo Sicilia e Puglia.

 

3. TEMPI DI PERMANENZA DEGLI OSPITI

 

Il numero massimo delle presenze nella Casa di Accoglienza è quello degli ospiti che si fermano da 1 a 14 giorni.

Quelli che si fermano 1 o 2 giorni sono una quota importante del numero totale degli ospiti accolti nel corso dell’anno.

DISTRIBUZIONE DEL NUMERO DEGLI OSPITI PER IL TEMPO DI PERMANENZA IN  SETTIMANE
  1999 2000 2001 2002 2003 2004 2005 2006 2007 2008(1)  MEDIA
settimane % % % % % % % % % % %
1 58,9 58,9 61,9 64,3 64,2 70,9 75,2 78,9 78,1 77,6  68,9
2 18,6 22,3 15,6 16,9 19,0 13,9 13,8 12,1 11,8 11,7  15,6
3 9,4 7,4 9,4 7,9 7,7 4,9 4,0 3,6 5,3 4,9    6,5
4 3,9 4,4 6,4 3,9 3,8 2,1 1,7 2,2 1,8 1,6    3,2
5 2,4 2,9 2,1 2,8 1,3 2,1 1,1 1,0 1,0 0,9    1,8
6 2,0 1,5 1,6 1,9 1,5 3,0 1,3 0,6 0,9 2,0    1,6
7 2,0 0,8 1,3 1,0 0,7 0,5 0,8 0,6 0,3 0,5    0,9
8 0,7 0,7 1,1 0,3 0,3 0,7 0,9 0,2 0,6 0,2    0,6
9 0,7 0,7 0,0 0,0 0,4 0,5 0,2 0,5 0,1 0,2    0,3
10 o più 1,4 0,5 0,5 1,0 1,0 1,4 0,9 0,4 0,2 0,4    0,8
                     
DISTRIBUZIONE DEL NUMERO DEGLI OSPITI PER IL TEMPO DI PERMANENZA IN GIORNI (< 8 giorni)
  1999 2000 2001 2002 2003 2004 2005 2006 2007 2008(1)  MEDIA
giorni % % % % % % % % % % %
1 10,2 14,6 13,8 14,7 15,6 15,3 17,6 25,5 27,3 25,3  18,0
2 14,8 10,8 12,7 15,1 12,8 18,2 24,8 22,1 19,1 18,4  16,9
3 7,8 12,6 10,4 9,1 12,4 13,8 13,5 10,6 10,1 13,8  11,4
4 8,9 7,6 9,4 7,3 8,1 9,6 7,2 7,4 10,7 7,5    8,4
5 7,2 5,8 6,2 7,3 5,4 7,5 5,7 7,5 4,1 5,3    6,2
6 2,7 3,7 4,2 6,3 5,4 2,6 3,3 3,3 3,6 4,4    4,0
7 7,0 3,7 5,2 4,7 4,5 3,7 3,3 2,4 3,3 2,9    4,1
                       
                       
totale nella prima  settimana 58,6 58,9 62,1 64,5 64,1 70,8 75,2 78,9 78,2 77,6 68,9
(1)   I DATI PER IL 2008 RIGUARDANO I PRIMI SEI MESI.          
Le percentuali sono in ogni caso riferite al n° totale  degli ospiti nel corso dell'anno.

 

L’analisi di settimana in settimana del tempo di permanenza negli ultimi due anni (2006, 2007) mostra che gli ospiti si fermano nella Casa non più di una settimana per circa l’80%, per un altro 10% non più di due settimane. Il restante 10% si distribuisce in tempi che vanno dalle tre settimane in su, non essendo previsto un tempo limite di permanenza (il massimo è stato di 291 giorni di permanenza nel 2005).

 

Osservando giorno dopo giorno in una settimana il tempo di permanenza (sempre negli ultimi due anni, 2006 e 2007) circa il 26% del numero totale degli ospiti si ferma un solo giorno, circa il 22% due giorni e così via decrescendo dal terzo al settimo giorno.

 

Abbiamo analizzato le permanenze anche per i pazienti ospitati.

DISTRIBUZIONE DEL NUMERO DEI PAZIENTI OSPITATI PER IL TEMPO DI PERMANENZA IN SETTIMANE
  1999 2000 2001 2002 2003 2004 2005 2006 2007 2008(1) MEDIA
settimane % % % % % % % % % % %
1 72,5 78,4 70,1 71,5 71,4 74,6 82,0 84,9 85,7 87,0 77,8
2 11,0 10,8 16,6 11,2 14,6 9,9 10,6 7,3 6,0 4,1 10,2
3 4,4 4,5 5,1 6,1 7,3 3,6 1,2 1,9 3,6 3,0 4,1
4 4,4 1,8 3,8 2,8 3,1 1,6 1,6 1,3 1,9 1,2 2,3
5 2,2 1,8 1,9 3,4 1,0 2,4 0,8 1,6 0,8 1,2 1,7
6 3,3 2,7 1,3 2,8 1,0 3,2 1,2 1,3 1,1 2,4 2,0
7 2,2 0,0 1,3 2,2 1,6 0,8 0,8 0,6 0,0 0,6 1,0
8           1,6 0,4 0,3 0,3 0,0 0,3
9           0,8 0,4 0,6 0,0 0,0 0,2
10 o più           1,6 1,2 0,3 0,5 0,6 0,4
 
DISTRIBUZIONE DEL NUMERO DEI PAZIENTI  OSPITATI  PER IL TEMPO DI PERMANENZA IN GIORNI  (< 8 giorni)
  1999 2000 2001 2002 2003 2004 2005 2006 2007 2008(1) MEDIA
giorni % % % % % % % % % % %
1 18,7 33,3 28,0 26,3 20,2 25,8 27,5 35,3 39,0 36,7 29,1
2 19,8 15,3 16,6 20,1 15,1 15,9 28,6 25,2 19,5 17,8 19,4
3 9,9 13,5 11,5 6,7 14,6 12,3 11,8 11,4 8,8 14,2 11,5
4 5,5 4,5 6,4 6,7 5,7 10,3 5,9 5,4 9,9 7,1 6,7
5 9,9 4,5 3,2 6,1 4,7 4,8 4,7 4,1 3,6 3,6 4,9
6 4,4 1,8 2,5 3,9 3,6 0,8 2,0 1,9 3,6 4,7 2,9
7 4,4 5,4 1,9 1,7 1,0 4,8 1,6 1,6 1,4 3,0 2,7
                       
totale nella prima  settimana 72,5 78,4 70,1 71,5 65,0 74,6 82,0 84,9 85,7 87,0 77,8
(1)   I DATI PER IL 2008 RIGUARDANO I PRIMI SEI MESI.          
Le percentuali sono in ogni caso riferite al n° totale  degli ospiti nel corso dell'anno.

 

La distribuzione per i pazienti ospitati è analoga a quella dei parenti: l’86% circa del totale dei pazienti ospitati si ferma non più di una settimana. Il 37% circa per un solo giorno, il 22% due giorni e così via. Le percentuali sono sempre la media degli ultimi due anni, 2006 e 2007.

 

Mario Betetto

La scala di ingresso alla casa

 

 

Spazi comuni della casa: zona “reception”

 

 

Spazi comuni della casa: il corridoio e il salotto, in fondo la cucina

 

 

 

 

 

 

 

torna all'indice - numero speciale di Vita Nostra - CASA DI ACCOGLIENZA “S. CAMILLO” 10 ANNI (1998—2008)